Legal Tech

10/09/2020

Beatrice Pirovano

App a sostegno della lotta alla pandemia da covid-19: le indicazioni della Commissione Europea

La Commissione europea ha diramato le linee guida adottate dall’e-Health Network, relative a ciò che gli Stati membri sono chiamati fare nello sviluppo delle App a sostegno della lotta alla pandemia da covid-19.

Le applicazioni mobili sono state lanciate come strumenti utili a rafforzare le strategie di tracciamento dei contatti personali con l’obiettivo di contenere e invertire la diffusione del coronavirus e come utile sostegno alla attività poste in essere dalle autorità sanitarie pubbliche.

Gli Stati membri dell’UE stanno convergendo verso un’applicazione di soluzioni che possano salvaguardare al massimo il trattamento dei dati personali.

L’e-Health Network, con il supporto della Commissione Europea, ha individuato alcune linee guida per gli Stati membri affinché questi possano sfruttare in maniera efficace e sicura le soluzioni tecnologiche di salvaguardia della privacy che consentono alle persone a rischio di essere contattate e quindi di essere testate il più rapidamente possibile.

I requisiti essenziali per lo sviluppo e il download di tali app, ad avviso dell’e-Health Network, sono:

  • download su base volontaria;
  • approvazione da parte della autorità sanitaria nazionale;
  • dati personali devono essere crittografati in modo sicuro in modo da tutelare la privacy degli utenti; e
  • disattivazione quando non sarà più necessario.

 

Il valore aggiunto di queste App è che consentono di registrare contatti che una persona può non notare o ricordare.

I requisiti su come registrare i contatti e inviare notifiche alle persone devono ispirarsi alle migliori pratiche sulla sicurezza informatica.

Le linee guida spiegano inoltre come prevenire la comparsa di potenziali danni derivanti da app non approvate, individuano criteri di successo e monitoraggio collettivo dell’efficacia delle app e una strategia di comunicazione per coinvolgere i cittadini interessati da queste iniziative.

Nel frattempo, proseguono i lavori per implementare e attuare il pacchetto di strumenti per il trattamento di altri tipi di app e l’utilizzo dei dati sulla mobilità.