Workshop – La Rete Soggetto | Unicredit e AssoretiPMI

Un workshop sui vantaggi e le opportunità di un nuovo modo di fare impresa. L’Avv. Oscar Paolo Legnani, in qualità di moderatore dell’evento e Delegato Regione Lombardia AssoretiPMI, farà un intervento avente come oggetto “La Rete Soggetto, Impresa a tutti gli effetti.”
Mercoledì 17 Maggio 2017

Mercoledì 17 Maggio 2017  ore 18.30 – 20.00

Unicredit e AssoretiPMI in collaborazione con Copernico, l’ecosistema innovativo a Milano dove vivere un’esperienza lavorativa fatta di creatività, condivisione, opportunità di crescita, hanno organizzato questo interessante Workshop sulle caratteristiche e opportunità della Rete Soggetto.

L’attuale disciplina offre agli imprenditori che intendono costituire una rete di imprese l’alternativa tra due diverse forme giuridiche: l’adozione di un modello contrattuale “puro” di rete di imprese (rete-contratto) oppure la creazione di un nuovo soggetto giuridico (rete-soggetto).
Per divenire “rete-soggetto” è necessario il rispetto di alcune regole.
REQUISITI ORGANIZZATIVI
– Formazione di un fondo patrimoniale comune, costituito con gli apporti delle singole imprese;
– nomina di un organo comune;
– stabilire la sede;
– stabilire la denominazione della rete.
REQUISITI DI CONTRATTO
– Scelta tra: atto pubblico, scrittura privata autenticata, atto munito di firma digitale;
– richiesta di iscrizione nella sezione ordinaria del registro delle imprese nella cui circoscrizione è stabilita la sede.
Una volta che la rete di imprese è diventata un nuovo soggetto di diritto, diventa anche autonomo centro di imputazione di diritti e obblighi, diventa cioè figura autonoma rispetto ai membri che la compongono, capace di: assumere, in proprio, in virtù dell’attività economica esercitata, la qualità di imprenditore; acquisire la proprietà di beni conferiti dagli imprenditori in rete o acquistati dai soggetti che la rappresentano; obbligarsi nei confronti dei terzi, senza che l’assunzione del debito implichi di per sé responsabilità dei suoi membri. Il riconoscimento della soggettività rappresenta, inoltre, l’occasione per rendere riconoscibile la rete agli occhi degli istituti di credito e delle pubbliche amministrazioni come figura autonoma, suscettibile di essere considerata e valutata distintamente rispetto agli imprenditori che la compongono e di essere eventualmente destinataria di un rating proprio, distinto da quelli riferiti alle singole imprese aggregate.

Oggi, nel tessuto imprenditoriale italiano, le reti hanno grande successo, testimoniato dal fatto che sono stati realizzati 1421 contratti di rete che coinvolgono 6829 imprese distribuite in tutto il territorio nazionale (Dati InfoCamere).

LEGGI IL PROGRAMMA E REGISTRATI

 

Related Posts